IRSAP CONSIGLIA

COME SFIATARE I RADIATORI

Guida pratica su come sfiatare il tuo radiatore e perchè è così utile.

I radiatori di casa non hanno una temperatura omogenea su tutta la superficie, oppure i tubi sono freddi nella parte alta e spesso si sente del rumore quando sono accesi?

Se la risposta è sì a uno o a tutti e tre i casi riportati, allora sicuramente all’interno dei termosifoni c’è un accumulo d’aria che, come una bolla, impedisce all’acqua calda di circolare correttamente provocando l’abbassamento della pressione di esercizio dell’impianto idraulico e a volte il blocco della caldaia stessa, tutto questo andando a ridurre la resa termica del corpo scaldante.  

Per eliminare questa bolla d’aria bisogna quindi sfiatare i radiatori.

L’operazione è molto semplice e veloce da eseguire, basta seguire passo a passo alcuni suggerimenti. Ecco quali:

La prima cosa da fare per sfiatare i termosifoni, se il riscaldamento è autonomo, è spegnere la caldaia oppure la pompa di circolazione.

Successivamente, bisogna aprire lentamente la valvola di sfiato, semplicemente ruotandola in senso antiorario fino alla fine della sua corsa.

La valvola di sfiato si trova nella parte superiore del radiatore, generalmente sul lato opposto della valvola termostatica, in corrispondenza del tubo che esce dal muro e porta l’acqua al radiatore. E’ importante ricordarsi di posizionare sotto la valvola un recipiente che possa raccogliere il getto d’acqua che uscirà una volta terminata l’aria.

Per aprire la valvola si può utilizzare l’apposita chiave oppure un semplice cacciavite. 

Lasciate uscire tutta l’aria dai termosifoni fino a quando non incomincerà ad uscire un getto d’acqua costante. A quel punto si deve richiudere la valvola.


Se la pressione dovesse essere inferiore, bisogna ripristinare la corretta pressione d’esercizio mediante il rubinetto di carico girando l’apposita manopola che si trova nella caldaia stessa.
Dopo aver fatto sfiatare i termosifoni, bisogna verificare la pressione dell’acqua dei caloriferi attraverso il manometro della caldaia la cui freccetta dovrà essere posizionata tra il valore 1 e il valore 2.

A questo punto basta rimettere in funzione l’impianto riaccendendo la caldaia o la pompa di circolazione e verificare che i termosifoni si scaldino uniformemente.

 Se così non fosse significa che c’è ancora troppa aria all’interno e sarà necessario ripetere l’operazione.

 

GUARDA IL VIDEO
"Come sfiatare il radiatore"

 

 

 

Irsap per l'ambiente

La produzione fotovoltaica
Potenza attuale
0,00 kW
Energia prodotta
8.599.128,26 kWh
Emissione CO2 risparmiata
3.491,25 t